“I racconti di un ottico solitario” è la pagina di Riccardo,

uno scrittore esordiente che ha avuto amici strampalati, si è trovato in mezzo a “baruffe chiozzotte”, ha giocato a calcio contro squadre di terroristi, ha amato donne che non lo amavano, è diventato donna, è tornato uomo, è morto, è tornato in vita, si è suicidato, ha ucciso, è stato ucciso, è andato qua, è andato là. Insomma, ha fantasia.